COAST TO COAST 2019 – Relazione

0
172

       

ROTARY-ARACI COAST TO COAST 2019

        R.C. Orbetello-Costa d’Argento e Ascoli Piceno
          per i terremotati di Arquata del Tronto

 

Anche quest’anno dal 26 aprile al 1° maggio si è svolta l’ottava edizione della manifestazione Rotariana per auto d’epoca, COAST TO COAST il cui ricavato sarà destinato per l’ultimo anno alla costruzione del Palarotary a servizio della zona terremotata di Arquata del Tronto. La Manifestazione è partita  da Orbetello, con  un Concerto di benvenuto di canzoni classiche e napoletane, interpretato al pianoforte dal Maestro Giuliano Adorno e dalla soprano Antonella Messore che ha riscontrato un grande gradimento da parte dei partecipanti. La mattina del 27 aprile partenza del Tour iniziando con la 1^ prova cronometrata svoltasi nella zona del Lungolago delle Crociere che ha visto allineate le auto dei rotariani provenienti da tutta Italia, compresa quella del Presidente Internazionale della Fellowship ACHAFR (http://www.achafr.eu ) delle auto  d’epoca, l’olandese Matthijs van den Adel. Al termine della gara, trasferimento a Castiglioncello  con conferenza sul film cult “Il Sorpasso” con Vittorio Gassman e Jan Luis Trintignant, che ha reso famoso il territorio di Castiglioncello, e del” Circolo delle Gomme Lisce” fondato da Marcello Mastroianni che è stato ospite del luogo per molte estati. Dopo un light Lunch all’aperto presso lo storico CAFFE’ GINORI , la carovana ha raggiunto Montecatini Terme, dove nel pomeriggio i viandanti hanno partecipato alla Manifestazione “CHAMPAGNE PER TUTTI” presso le storiche TERME TETTUCCIO, e cena nella Sala degli Archi dell’Hotel della PACE per un incontro Interclub con il R.C. Pistoia Montecatini “Marino Marini”; una bellissima sala in stile Liberty con degli affreschi realizzati nel 1905 dal maestro del Liberty, il fiorentino Galileo Chini.
La mattina del 28 partenza per Pontedera dove appena arrivati è stata effettuata la 2^ prova cronometrata e successiva visita allo storico stabilimento della Piaggio, con in mostra i primi scooter, le varie versioni della Vespa ed altre realizzazioni della Casa di Pontedera. Light Lunch e subito partenza per Fiesole, sistemazione negli alberghi , e successiva conferenza e cena preparata dai soci dell’ACCADEMIA DELLA BISTECCA.
Mattina successiva 29 aprile, partenza per Stia, per visitare il “Museo della Lana” dove viene ancora realizzato il famoso tessuto di lana infeltrita “Il Casentino”che ha molto interessato le signore partecipanti al Tour. Ripartenza per Camaldoli con  visita alla famosa Abbazia benedettina del Frati Camaldolesi e il relativo Eremo fondati circa mille anni fa da San Romualdo, nonchè la famosa Farmacia dell’Abbazia.
Trasferimento per Bagno di Romagna, attraversando la bellissima Foresta Casentinese con strade forestali  strette e tortuose, per di più con una pioggia battente, nebbia e neve ai bordi della strada, che hanno messo a dura prova sia gli autisti che le vetture, fino ad arrivare all’Hotel Roseo Euroterme di Bagno di Romagna.
In prima serata l’Ingegner Raffaele Reda, uno dei più famosi conoscitori di auto ROLLS ROYCE, ha intrattenutol’uditorio con la storia e gli aneddoti relativi.  All’esterno dell’albergo faceva bella mostra di sé l’auto più desiderata da tutti gli appassionati di auto d’epoca, la LANCIA Aurelia B24S Spider, protagonista del predetto film “Il Sorpasso”. A seguire una cena Interclub con il R.C. Valle del Savio.
Martedì 30 aprile, Terme e Light Lunch a Bagno di Romagna, per poi partire alla volta di Ravenna passando per Cesena, dove è stata effettuata la 3^ Prova cronometrata e successiva visita alla sconosciuto dai più MUSEO della MUSICALIA, ossia di musica meccanica, che è stata un vera sorpresa,  infatti all’interno di Villa Silvia sono conservate delle rarità di attrezzi musicali, provenienti da diverse parti del Mondo che partono dal 15° secolo agli anni 80 del secolo scorso, e che hanno la particolarità di suonare da soli.
All’interno della Villa , per volere della proprietaria, è conservata intatta la stanza dove per molti anni soggiornò Giosuè Carducci, soprattutto negli anni della sua vecchiaia.
Ripartiti alla volta di Ravenna siamo arrivati nel pomeriggio inoltrato all’ “Hotel Mattei” ed  Interclub con i R.C. Ravenna e Galla Placidia.
Durante l’ottima  cena è anche stata inaugurata la nuova Delegazione ARACI del Distretto 2072, e presentata agli ospiti l’attività dell’ ARACI e la Manifestazione COAST TO COAST, che è stata molto gradita dai soci dei due Club.
Mercoledì 1°Maggio, partenza dell’Hotel Mattei”, scortati da due motociclisti ravennati per recarsi in Piazza Garibaldi, al centro di Ravenna dove le auto sono state in mostra statica molto apprezzata dai cittadini. Subito dopo visita guidata della città, alla scoperta della Chiesa di San Francesco, con la meravigliosa cripta sommersa dall’acqua, dove è visibile un mosaico bizantino del VI secolo, la Tomba mausoleo del divino poeta Dante Alighieri, il Battistero degli Ariani, con il sua bella cupola a mosaico con la raffigurazione di San Giovanni Battista che battezza  Gesù Cristo, ed è l’unico esistente dedicato agli Ariani, una dottrina cristologica elaborata dal presbitero, monaco e teologo cristiano Ario III secolo d.c., che fù condannata dal 1° Concilio di Nicea (325), la quale sosteneva che la natura divina del Figlio fosse inferiore a quella di Dio, essendo stato creato a posteriori.  A pochi passi dalla Tomba di Dante, si trova uno degli angoli più belli e suggestivi della città: la Cripta Rasponi e i Giardini Pensili del Palazzo della Provincia.
L’accesso alla cripta e al giardino con bella fontana avviene dal monumentale portico sul lato sud di Piazza San Francesco.
La cripta, in realtà una piccola cappella gentilizia mai destinata ai defunti della famiglia Rasponi – è il nucleo più antico conservato del complesso architettonico di Palazzo Rasponi, risalente con tutta probabilità alla fine del XVIII secolo.
La parte più significativa della cripta è costituita dal pavimento a mosaico, costituito dall’assemblaggio di diversi frammenti disposti in maniera casuale. Il pavimento proviene dalla città di Classe, probabilmente dalla chiesa di San Severo (VI secolo) e presenta motivi ornamentali e figure di animali – galline, anatre, oche, teste di ariete e serpenti – colti in atteggiamenti spontanei e vivacizzati dall’uso di smalti che ne esaltano la ricchezza cromatica.
Il giardino, arricchito da una bella fontana, ospita al centro una torre neogotica ed è composto anche da una parte pensile.
Uscendo dalla cripta si sale la scala fino al belvedere in vista della Piazza San Francesco. Si tratta di un giardino pensile dal quale si può passare al contiguo terrazzo sopra il voltone, costruito nel 1839, che serviva a collegare il Palazzo Rasponi alle scuderie e ai magazzini. Visita alla Domus dei Tappeti di Pietra che è uno dei più importanti siti archeologici italiani scoperti negli ultimi decenni che è stata inaugurata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nell’ottobre del 2002.
Collocata all’interno della settecentesca Chiesa di Santa Eufemia, in un vasto ambiente sotterraneo situato a circa 3 metri sotto il livello stradale, è costituita da 14 ambienti pavimentati con mosaici policromi e marmi appartenenti ad un edificio privato bizantino del V-VI secolo.
Di particolare interesse e bellezza i mosaici decorati con elementi geometrici, floreali e figurativi ritenuti unici, come nel caso della “Danza dei Geni delle Quattro Stagioni”, rarissima rappresentazione che mostra i Geni danzare in cerchio o come per la figura del “Buon Pastore”, ritratto in una versione differente dall’usuale rappresentazione cristiana.
Conviviale alla tipica osteria Ca’de Ven, ed al termine si è proceduto alla tanto attesa premiazione sia dei risultati complessivi delle tre gare di regolarità della Coppa ARACI, che del Trofeo Amato Olivieri, nostro storico partecipante e decano dei Viandanti, venuto a mancare lo scorso anno, voluto dal figlio Luigi, assegnato al primo classificato tra le sei auto più anziane partecipanti al Tour.
Al termine saluti calorosi tra tutti i partecipanti ed arrivederci alla edizione del prossimo anno che sarà molto particolare poiché La COAST TO COAST 2019 sarà l’ EUROPE TOUR della Fellowship ACHAFR, in poche parole richiamerà tutti i rotariani europei iscritti alla Felloship Internazionale.

 

                                                                                                  Rodolfo Torri