Raduno Auto Classiche Teramo

0
113

 “Secondo Raduno Auto Classiche Abruzzo Teramano ed oltre”

Tenutosi in terra teramana ed Aquilana, Prof. Pelillo, organizzatore insieme ai Rotary Club Teramo Nord Centenario e Teramo Est .
L’evento, giunto alla sua seconda edizione, si è svolto il 20,  21 e 22 settembre ed ha toccato il 20 la città di Atri ed il suo splendido centro storico. Qui il pranzo dei partecipanti è stato consumato presso la fattoria Rurabilandia, una fattoria didattica e sociale di tipo istituzionale, che eroga servizi in favore di minori e giovani disabili. Il giorno successivo è stata la volta del versante aquilano del Gran Sasso. La lunga carovana di auto ha visitato il santuario di San Pietro della Ienca, ove il Papa Giovanni Paolo II si è raccolto in preghiera numerose volte. Qui, per commemorare a dieci anni dal terremoto le vittime del sisma che ha sconvolto l’Abruzzo ed in particolare la Città dell’Aquila, è stata deposta dal Presidente dell’Araci Giuseppe Giaconia di Migaido e dal Presidente del Rotary Club Teramo Nord Centenario Alessandra Gussago, una corona nel “Giardino della Memoria”. Nella mattinata poi visita a Campo Imperatore, ove si è esibito per gli ospiti il coro del CAI di L’Aquila e nel pomeriggio tappa a Santo Stefano di Sessanio. La domenica 22 è stata interamente dedicata alla Città di Civitella del Tronto ed alla usa fortezza spagnola, ultima roccaforte borbonica a cadere tre giorni dopo l’unificazione d’italia. Durante la passeggiata, tra gli spalti del forte, Giovanni Granati ha fatto volteggiare i suoi rapaci. Nel pomeriggio poi, visita al centro storico di Civitella, entrato nel maggio del 2008 a far parte dell’esclusivo Club dei Borghi più Belli d’Italia.
Il ricavato della manifestazione è stato donato alla Casa di Riposo Filippo Alessandrini di Civitella del Tronto, importante realtà socio-assistenziale della Provincia di Teramo. Erano presenti alla cena conclusiva il Sindaco di Civitella del Tronto Cristina Di Pietro e la Direttrice della Casa di Riposo Sandra Di Domenico, che hanno ringraziato tutti gli organizzatori per il grande gesto di solidarietà e di vicinanza nei confronti di un territorio purtroppo pesantemente colpito dai recenti eventi tellurici del 2016 e 2017.

Gaetano Luca Ronchi